Premonizioni di Cristina Coppi

Alla vigilia del match a domicilio dell’Ecotech Visus Cervia (Ravenna) domenica alle ore 17:00, il Team 80 Gabicce Gradara si prepara ad affrontare una sfida in cui la parola d’obbligo è vincere. Dopo l’esordio positivo contro il Gada Group Pescara, le adriatiche hanno inanellato una serie di tre sconfitte consecutive. Diversi errori nei fondamentali e poca continuità, hanno condizionato l’andamento delle gialloblù, che sabato scorso, dopo un avvio pimpante, hanno ceduto il passo al Roana Mosca, compagine compatta candidata al titolo. In settimana il team di mister Moretti ha lavorato quotidianamente, per potersi presentare al meglio, mettendo in campo grinta, determinazione e forza di volontà. Caratteristiche che non mancano alla schiacciatrice Cristina Coppi, vent’anni originaria di San Miniato, dove ha militato nella squadra di pallavolo, la Folgore, sino al suo arrivo, due anni fa, a Gabicce. Genio e sregolatezza per la giovane pisana che fa dell’attacco, della potenza e della battuta, i suoi punti di forza, qualità messe in campo sabato scorso per tutto l’arco della contesa. “In queste prime gare di campionato siamo alla ricerca dell’assetto ideale che permetta di esprimerci come sappiamo. Pur avendo perso contro il Roana, abbiamo visto dei miglioramenti, specie quando eravamo noi in battuta. Domenica ci attende il Cervia e vogliamo portare a casa la vittoria, consapevoli delle potenzialità avversarie. E’ una squadra che abbiamo già incontrato nelle amichevoli estive, hanno due giocatrici a mio avviso ben preparate, mi riferisco alla schiacciatrice russa Elena Lvova  e al centrale ex serie A Daria Parenti. Sono certa che le soddisfazioni arriveranno anche per noi”.