Troppa Perugia per il Team 80 visto oggi

Brutta sconfitta per il Team 80 oggi a Perugia contro una squadra di casa che ha giocato praticamente la partita perfetta, mettendo in campo tutte le qualità di cui è in possesso e che riesce spesso a mostrare tra le mura amiche. Di contro il Team 80 che era pur sceso in campo con l'approccio giusto e la volontà di riscattare l'opaca prova di sabato scorso, dopo un buon inizio, ha giocato una partita troppo fallosa con tanti, troppi errori in attacco e troppe difficoltà nelle giocate di contrattacco. Impietosi alla fine i parziali (25/18, 25/14, 25/15) per la squadra di Romano Giannini che ha presentato nei primi due set Virginia Lenzi al palleggio in diagonale con Anna Parodi, al centro Elisa Cecco ed Eleonora Mancino, schiacciatrici di posto quattro Costanza Turchetti e finalmente capitan Lucia Lunghi al rientro dopo 6 mesi, libero Giulia Pelinku autrice di una buona prova. Nel terzo set il coach ha provato a mischiare le carte inserendo Sara Asquini opposto, positivo il suo ingresso, dirottando Parodi al centro in luogo di Mancino e Cipollini al posto di Turchetti ed effettuando in seguito anche il cambio al palleggio. Purtroppo però il Team 80 non è riuscito ad invertire la rotta e Perugia si è aggiudicata meritatamente l'intera posta. Il pensiero di Lucia Lunghi all'esordio col Team 80 dopo 6 mesi ferma ai box per un intervento chirurgico: "Credo che il risultato non ci renda tanto giustizia... Abbiamo lottato tanto, ma questa sera ci è mancato il fondamentale dell'attacco. A differenza dell'ultima partita abbiamo cambiato atteggiamento e approccio alla partita, cosa di cui avevamo parlato in settimana. Onore a loro che hanno fatto veramente una bella gara, come sapevamo d'altronde sono soliti fare in casa, erano sempre nel posto giusto al momento giusto. Una squadra ben compatta e ordinata... Noi dobbiamo ancora lavorare molto e sbagliare meno e piano piano possiamo toglierci delle soddisfazioni." Sulla stessa lunghezza d'onda quasi parlassero in simbiosi coach Romano Giannini: "Non posso essere soddisfatto degli errori, veramente tanti gratuiti, troppi, in attacco e in molte situazioni di contrattacco non gestite bene, però sono soddisfatto dell'approccio, della voglia di lottare messa in campo anche se mi rendo conto che chi non ha visto la partita è portato a pensare il contrario. La verità è che Perugia ha fatto veramente una grande partita, avevo visto diverse loro partite e non le avevo mai viste giocare così bene. Noi dobbiamo ragionare sugli errori ma dobbiamo restare positivi, abbiamo le possibilità per fare bene, non dobbiamo dimenticarci la bella prova contro Corridonia perchè se siamo riusciti a fare quell'impresa vuol dire che è nelle nostre possibilità e possiamo anche ripeterla. Ci aspettano due partite importantissime, con avversari alla nostra portata, diretti concorrenti nella corsa salvezza, dobbiamo vincere queste partite, dobbiamo fare in queste partite per rimanere a contatto con le nostre dirette avversarie."
IL TABELLINO:
3M PALLAVOLO PERUGIA - TEAM 80 GABICCE GRADARA 3/0 (25/18, 25/14, 25/15)
3M PALLAVOLO PERUGIA: Mastroforti (L), Larini ne, Bertinelli, Diano ne, Gobbi ne, Zuccaccia (L) ne, Mancinelli ne, Santi 9, Bernardini 9, Rossit 5, Gradassi ne, Fiorucci 5, Pero 14. Allenatore: Guido Marangi; 2° allenatore: Carlo Vinti
TEAM 80 GABICCE GRADARA: Pelinku (L), Micheletti (L) ne, Lenzi, Turchetti 3, Cipollini 1, Asquini 6, Parodi 6, Lunghi 8, Franchi A., Cecco 9, Franchi E., Ricci ne, Mancino. Allenatore: Romano Giannini; 2° allenatore: Christian Pieri.
Nel pomeriggio era scesa in campo la squadra che partecipa al Campionato di 2^ Divisione, formata praticamente dalle ragazze dell'Under 14 con qualche ragazza dell'Under 16 contro la più esperta formazione del Volley Pesaro Diamante, impegnata anche nel campionato Under 18. Le ragazze di Patrizia Bacchini sono uscite sconfitte ma al termine di una prova gagliarda molto combattuta (26/24, 25/17, 25/23).